Fête des Lumières, si accendono le luci di Lione

by Sebastiano

Da oltre 30 anni Lione accoglie migliaia di turisti pronti ad assistere allo show di luci più famoso d’Europa per 4 giorni carichi di magia ed emozioni. Si tratta della Fête des Lumières.

Dal 5 all’8 dicembre tantissime installazioni animano le vie della città francese con un’esplosione di luci e spettacoli cinematografici proiettati sulle mura dei palazzi.

Oramai per questa città la festa delle luci è diventata una vera e propria tradizione.

Il ponte dell’Immacolata è un’ottima occasione per visitare Lione sotto una luce davvero unica.

Ovviamente non mi sono fatto scappare questa occasione e dopo un bel viaggio in macchina mi sono ritrovato nel caos della terza città più grande della Francia.

L’auto non è mai una buona idea, soprattutto se ti stai recando in una città che praticamente è una metropoli a causa degli oltre due milioni visitatori che riempiono gli alberghi.

Lione ha sempre avuto un’affinità particolare con la luce.

Tutto iniziò nel 1852, anno in cui era prevista l’inaugurazione del campanile della piccola cappella sulla collina di Fourvière. Sulla sua sommità venne deciso di posare una statua della Vergine Maria come voto per aver salvato la popolazione dalla peste.

L’inaugurazione dell’opera di Pierre Bossan, famoso architetto dell’epoca, prevista per l’8 settembre venne rinviata a causa di inondazioni che travolsero la città. Fu così che si tentò nuovamente l’8 dicembre, festa dell’Immacolata Concezione. Ma nuovamente l’evento dovette essere rimandato a causa di un nubifragio.

Quando al calare della notte, però, la tempesta finì i lionesi illuminarono con candele le facciate delle loro case e si riversarono nelle strade per festeggiare.

Fu così che iniziò la tradizione.

Negli anni ’60 furono i negozi di alimentari a portarla avanti, illuminando le proprie vetrine.

Ma è nel 1989 che si ebbe la svolta. Il pionieristico Piano Lumière, un piano di riqualificazione notturna dei monumenti cittadini volto a valorizzare oltre 300 siti e monumenti con la luce, fece sì che Lione iniziasse a risplendere durante la notte.

L’illuminazione iniziò ad abbellire i monumenti, le vie e le sponde del fiume fino ad arrivare ad oggi, con una delle città che dà il meglio di sé quando cala il tramonto.

È in questo momento che Lione si accende rivelando la bellezza della sua architettura e creando magnifici paesaggi notturni.

In particolare durante la Fête des Lumières tutto diventa magico. La basilica di Fourvière si illumina a giorno, alcuni quadri del museo delle belle arti dipingono le facciate degli edifici e gli sguardi delle persone riflettono le emozioni che queste opere di luce generano nei loro occhi.

Ogni angolo ospita le installazioni di luce, ognuna realizzata da un artista che esprime nell’arte della luce la propria personalità.

Nell’organizzazione della visita a questo evento armati di pazienza e tieni ben presente che le file sono notevoli ed alcune cicliche con orari ben precisi. E’ bene aver chiaro il percorso da fare tenendo presente che Lione è una città in salita, con alcune tra le più belle attrazioni sulla collina di Fourvière e al Teatro Antique Odeon.

Oggi sono circa 40 le installazioni che si snodano nel centro di Lione attraverso quattro percorsi tematici:

  • PARCOURS BLEU : 2.8 chilometri, 8 installazioni, tempo di percorrenza del tour circa 90 minuti.
  • PARCOURS ROSE: 1.6 chilometri, 7 installazioni, tempo di percorrenza del tour circa 2 ore.
  • PARCOURS ORANGE: 3.4 chilometri, 14 installazioni, tempo di percorrenza del tour circa 3/4 ore
  • PARCOURS VERT: 1.6 chilometri, 2 installazioni, tempo di percorrenza del tour circa 60 minuti.

Lione non è solo vita notturna, è una città dalla storia ricchissima che è divenuta il capoluogo della regione Rodano-Alpi. Dall’importanza avuta nella storia del cinema (qui vissero i fratelli Lumière) al suo centro storico dichiarato Patrimonio dell’UNESCO, Lione non ti deluderà neanche di giorno.

Passaggi pedonali ricavati all’interno delle abitazioni per spostarsi da una via all’altra dai tessitori di seta, chiamati traboules, arricchiscono le viuzze del centro storico. Targhe e mappe segnalano la loro presenza nei quartieri della Croix-Rousse, della Presqu’Ile e del Vieux Lyon, la zona medievale ai piedi della collina di Fourvière.

COME VISITARE LA FETE DES LUMIÈRES

Mezzi Pubblici

Il centro città durante questi festeggiamenti viene chiuso al traffico per tutti e quattro i giorni.

Tutte le aree di sosta nei dintorni delle attrazioni vengono sospese da mezzogiorno a mezzanotte.

Per raggiungere il centro vi consiglio di utilizzare i mezzi pubblici TCL,  gratuiti l’8 Dicembre dalle 16.00 e con un biglietto “TCL en Fête” valido per tutto il giorno (€3.10).

Per maggiori informazioni visita il sito TCL: www.tcl.fr

In Bicicletta

Una valida alternativa è raggiungere l’area  pedonale in bicicletta. Ci sono stazioni di noleggio biciclette pubbliche Velo’v in tutto il centro città e nelle periferie. Il servizio è disponibile 24 ore al giorno e 7 giorni alla settimana.

Da notare che le biciclette come altri dispositivi di mobilità personale non sono consentite nell’area pedonale del Festival.

Per maggiori informazioni visita: https://velov.grandlyon.com/mapping

In Auto

Ci sono diversi parcheggi Park & ​​Ride (Parc Relais) dove è possibile parcheggiare l’auto e prendere i mezzi pubblici per il centro città. Sono riservati agli utenti del sistema di trasporto pubblico TCL di Lione.

COME RAGGIUNGERE LIONE

AEREO

L’aeroporto a cui arrivare è il Saint Exupéry che si trova a circa 30 km dal centro città. Esiste un collegamento autobus gestito da Satobus che in 40-50 minuti vi condurrà a Lione. Le navette partono ogni 20 minuti.

Se l’autobus ti annoia, allora puoi utilizzare il TGV che ogni ora e mezza collega la città all’aeroporto. partenza da Lyon Saint Exupéry

TRENO

Due sono le stazioni presenti in centro Part-Dieu e Perrache. Il TGV collega Parigi in 2 ore, Lille in 3 e Londra in 5 ore tramite Eurostar.

Dall’Italia sono due le stazioni da cui partono treni diretti: Milano e Torino (treno Artesia – 3 corse giornaliere).

AUTO – MOTO

Lione dista circa 3 ore e mezzo (314 km.) in automobile da Torino: è necessario percorrere l’autostrada A32 della Val di Susa in direzione di Bardonecchia e oltrepassato il traforo del Frejus si giunge in Francia; successivamente si superata Chambery si arriva in Lione.Fête des Lumières, si accendono le luci di Lione

Booking.com

Potrebbero piacerti anche

Leave a Comment

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.